ECCO... ECCIU' ARRIVATI A SCUOLA

Scuola primaria (prima classe)

Questo progetto è dedicato a tutti i bambini che sono al primo anno della Scuola Primaria. Che sono all’inizio di un nuovo viaggio. Che sono partiti, ognuno col proprio bagaglio, costruito negli anni precedenti e che stanno attraversando una nuova esperienza.
La scuola come un’ altra “casa” da vivere e abitare. Una casa in cui ci sono altri ospiti, altre regole, altre stanze tutte da scoprire, porte e finestre da aprire e chiudere, scale in salita e in discesa. Un delicato passaggio di vita e di crescita.

Questo laboratorio teatrale si propone di riservare ai bambini uno spazio di gioco sul tema della scuola. Uno spazio in cui poter conoscere ed esplorare il rapporto con le proprie emozioni e il proprio immaginario .
Guidiamo i bambini nella ricerca delle proprie capacità espressive e creative. ma anche nella condivisione di un‘ esperienza con altri bambini per conoscere l’importanza e la ricchezza del lavorare insieme.
Oltre al percorso con il proprio gruppo classe, il progetto prevede un incontro di raccordo con i bambini di 5 anni della Scuola dell’Infanzia, che parallelamente stanno facendo un laboratorio teatrale sul “prepararsi a questo nuovo viaggio” verso la Scuola Primaria. Il teatro diventa così un sottile filo rosso che unisce in una breve tappa queste due realtà. Una sperimentazione in cui i grandi della Scuola dell’Infanzia incontrano i piccoli della Primaria. Solitamente il progetto “continuità” viene fatto con le classi quinte uscenti. Ci interessa osservare che scambio può esserci tra chi sta per entrare e chi ha appena varcato la soglia della nuova Scuola.

Vogliamo esplorare quali possono essere l’emozioni, le aspettative e l’immaginario di ognuno. Ma soprattutto ci interessa l’incontro, la relazione tra le due realtà scolastiche in cui il gioco teatrale diventa un ponte prezioso

Lo spunto di partenza per il laboratorio è un piccolo libro "Ecciù".
Una divertente storia che può servire a scacciare le prime paure di andare a scuola e in cui le differenze vengono trasformate in una ricchezza e in un valore in più. Guardare le cose in maniera diversa. E’ proprio questo il punto. Il teatro può aiutare i bambini a cambiare prospettiva:  quando ci si inventa di essere qualcos’altro da sé, quando un gioco ci mette di fronte a delle emozioni nuove, quando lasciamo libera l'immaginazione. Se proviamo ad allenare lo sguardo allora possiamo vedere altre cose

IL PERCORSO

1° incontro (tutto il gruppo classe)
il laboratorio di teatro come il primo giorno di scuola:una nuova esperienza in cui conoscere e farsi conoscere.

- giochi di conoscenza in cui corpo, voce e fantasia trovano posto
- Il racconto della storia “Ecciù” come spunto per riflettere e giocare

2° incontro (tutto il gruppo classe)
La scuola come il teatro: uno spazio di trasformazione in cui esprimere le proprie emozioni

 - giochi di espressione corporea : i riti quotidiani e le regole
- giochi d’improvvisazione in cui esplorare la propria creatività

3°/4° incontro ( il gruppo classe viene diviso a metà per incontrare i bambini della scuola dell’infanzia: 17 bambini (circa) lavorano con 8 bambini (circa)
Essere da soli/essere in tanti. La collaborazione e l'amicizia. Farsi guidare ed essere guidati.

- giochi di relazione e fiducia
- giochi d’improvvisazione sull’emozioni

5° incontro (tutto il gruppo classe)
La consegna del testimone
 

-      giochiamo con la voce. I suoni e le parole prendono corpo
-      prepariamo “il testimone”

Durante questo incontro conclusivo, dopo aver giocato con le parole che esprimono l’emozioni, la classe dovrà scrivere delle parole chiave che raccontano questi primi mesi di scuola e che consegneranno ai bambini della scuola dell’infanzia. Un passaggio di “testimone” simbolico.
Nel frattempo, i bambini della scuola dell’infanzia avranno “costruito” una tasca in cui raccogliere le parole chiave che gli verranno regalate.

 

 

20160503_102136.jpg