Back to All Events

C'ERA UN'ORCHESTRA AD AUSCHWITZ

27 GENNAIO 2018 alle 20.30

Auditorium Stefano Cerri  Via Valvassori Peroni 21

 INGRESSO LIBERO

Il MUNICIPIO 3 in collaborazione con ANPI, ANED E ANNPIA       

celebrano la Giornata del 27 gennaio 2018 presso l’Auditorium di via Valvassori Peroni 21.

Dopo un breve saluto istituzionale interverrà FLORIANA MARIS, presidente della Fondazione Memoria della DeportazioneUna speciale attenzione, quest’anno, sarà dedicata al tema delle minoranze etniche, in occasione del settantesimo anniversario dalla promulgazione delle leggi razziali.  

A seguire 

Spettacolo teatrale della compagnia Alma Rosé

C’era un orchestra ad Auschwitz

liberamente tratta dal libro “Ad Auschwitz c’era una orchestra”  di Fania Fénelon

 

con Annabella Di Costanzo e Elena Lolli

 

la Compagnia Alma Rosé torna con il suo storico spettacolo “C’era un orchestra ad Auschwitz”, liberamente tratta da “Ad Auschwitz c’era una orchestra”  di Fania Fénelon con Annabella Di Costanzo e Elena Lolli. Vincitore del premio ETI scenario 96/97) lo spettacolo parla del senso di fare musica e arte in un luogo estremo come Auschwitz . 

 

Era il Gennaio del ’44 quando Fania Fénelon fu deportata ad Auschwitz e poiché sapeva cantare e suonare il pianoforte, entrò a far parte dell’orchestra femminile del campo, l’unica che sia mai esistita nei campi di concentramento nazisti, che aveva il compito di accompagnare le altre prigioniere al lavoro e di suonare per gli ufficiali SS. Alla direzione di quell’orchestra c’era Alma Rosé, nipote di Gustav MahlerDue donne, due visioni, due modi di vivere la musica all’interno del lager. Per Fania suonare è un mezzo per sopravvivere e testimoniare. Per Alma suonare è un fine, il fine su cui ha costruito la propria identità. La storia della loro musica pone domande sul rapporto fra Arte e Vita, che superano la dimensione storica e arrivano fino al nostro presente. 

 

Un evento speciale in collaborazione le associazione della memoria del Municipio 3. Un quartiere per la Memoria e per il presente. 

 

Il Municipio 3, ANPI, ANED e ANNPIA e la Compagnia Alma Rosé , collaborano insieme per la Giornata della Memoria 2018: si tratta di un evento pensato per riflettere sul valore che la Memoria può avere nel nostro presente, segnato com’è da episodi sempre più allarmanti, come gli atti vandalici fascisti all’Ortica.

Una speciale attenzione, quest’anno, sarà dedicata al tema delle minoranze etniche, in occasione del settantesimo anniversario dalla promulgazione delle leggi razziali. 

Un contributo essenziale è la preziosa testimonianza di Floriana Maris, presidente della Fondazione Memoria della Deportazione. 

Later Event: February 1
CENERENTOLA UNDERGROUND