MAPU TERRA

MAPU TERRA
Dalla Patagonia a Milano, un viaggio alla ricerca della propria terra

con Annabella Di Costanzo, Manuel Ferreira

Inchiesta giornalistica Angelo Miotto
Progetto Musicale Mauro Buttafava
Luci Laura Severini
Regia Elena Lolli

Mapu significa Terra, nella lingua mapuche. Così chiamano la terra Atilio e Rosa Curinanco, una coppia mapuche che nel 2003 torna a vivere nella propria terra, in Patagonia, ma viene sfrattata dal gruppo Benetton che nel 1991 acquista circa un milione di ettari patagonici, in cui è compresa la terra che loro rivendicano come propria.
Atilio e Rosa Curinanco sono venuti in Italia a raccontare la loro storia. Noi siamo andati in Patagonia.
Partiamo dal caso Curinanco/Benetton e arriviamo a interrogarci sulla nostra terra, fatta di asfalto: la città. Cosa è la “terra” per chi vive in città?

Una città che abbiamo tutti i giorni sotto i nostri occhi. Fatta di piazze vuote e rassegnate al più vicino shopping center. Invasa dal traffico e dal cemento. Popolata di appartamenti e di gente appartata. Una città dove in mezzo al cemento sono rimasti imbrigliati anche la relazione, gli incontri. Ripensando a Rosa e Atilio, che stanno ancora lottando per riavere la propria terra, ci si rivede spaesati e arresi di fronte alla città che cambia. Ma venendo dalla Patagonia e riguardando Milano nasce anche il desiderio di ritrovare nella città una “terra”, proprio qui in mezzo all’asfalto.