STELLA STELLINA...LA SCUOLA SI AVVICINA

Scuola dell'Infanzia (5 o 6 anni)

20160428_102500.jpg

Questo progetto è dedicato a quella fascia di bambini che sono all’ultimo anno di Scuola dell’Infanzia e che si preparano a quel delicato passaggio verso la Scuola Primaria. Un laboratorio che può avvicinare i bambini, in modo giocoso, a quest’esperienza nuova.
In accordo con la Scuola può anche essere strutturato come un progetto di “continuità” in cui vengono coinvolti anche i bambini di 6 anni della scuola Primaria che, insieme a quelli di 5, condividono un’esperienza di laboratorio teatrale. Una possibilità d’incontro tra le due realtà scolastiche in cui il gioco e la collaborazione diventano un ponte prezioso.   
Preparasi ad un viaggio, ad una nuova esperienza.
Mettersi gli occhiali della fantasia per andare in una scuola immaginaria,fantastica. Una scuola dove le abitudini, gli spazi e i compagni non sono quelli a cui siamo “abituati”…. una scuola dove accadono cose EXTRAORDINARIE!!
Il laboratorio, in parte, prende spunto dal libro "Ecciù", una divertente storia che può servire a scacciare le prime paure di andare a scuola e in cui le differenze vengono trasformate in una ricchezza e in un valore in più. Guardare le cose in maniera diversa. E’ proprio questo il punto. Il teatro può aiutare i bambini a cambiare prospettive, quando ci si inventa di essere qualcos’altro da sé, quando un gioco ci mette di fronte a delle emozioni nuove, quando lasciamo libera l'immaginazione. Se proviamo ad allenare lo sguardo allora possiamo vedere altre cose

Gli obbiettivi del laboratorio sono:

  • conoscere il “teatro” come nuovo strumento di gioco e possibilità di linguaggio
  • conoscere le proprie emozioni ed essere consapevoli del proprio corpo e delle sue potenzialità espressive
  • favorire l’incontro e lo scambio con gli altri bambini della scuola dell’infanzia
  • sviluppare la capacità di stare con gli altri con fiducia rispettando e valorizzando le differenze

Il percorso:

Questo viaggio è caratterizzato da “riti” che accompagnano i bambini durante il percorso. Un amuleto costruito a casa con i genitori: una tasca in cui mettere le parole chiave e i ricordi di questa nuova avventura. E una formula magica, la filastrocca del viaggiatore esperto, fatta di gesti e parole, che, ogni volta, dà l’avvio al percorso.

  • Il laboratorio di teatro: un grande gioco in cui i bambini utilizzando corpo, voce, emozioni e fantasia trovano spazio. Giochi di conoscenza.
  • La scuola fantastica: un’ avventura tutta da scoprire: le domande, i dubbi, i compagni nuovi, le regole da rispettare. Esprimere le emozioni attraverso il corpo e la voce.
  •   Ecciù... Teo si trasforma in un animale. Il corpo, la voce e i gesti si trasformano. Mettere in moto la propria capacità creativa. Giochi di improvvisazione
  • Essere da soli/essere in tanti. La collaborazione e l'amicizia. Farsi guidare ed essere guidati. Giochi di relazione e fiducia.
  • L'ultimo incontro. Prevede il coinvolgimento dei genitori che saranno invitati a partecipare attivamente, e non come semplici spettatori, per mettersi anch'essi in gioco, valorizzando in questo modo l'esperienza dei piccoli, cogliendone il senso e condividendo insieme un momento ludico ed emotivo importante.

Numero partecipanti
gruppi da 15 bambini
(ogni gruppo con l’insegnante)

 Incontri Incontro di programmazione/verifica con le insegnanti
7 incontri di laboratorio della durata di 1 ora cad + 1 incontro finale di 1 ora e mezza coi genitori

MADRE TERRA

foto abi tel 034.jpg

Scuola dell'infanzia (4-5 anni) e Scuola primaria (prima e seconda classe)

 Da qualche parte, nelle profonde oscurità dello spazio ruota un mondo,
che è un intreccio di colori:
rosso, marrone, giallo e tutte le sfumature del verde.
Intorno ci sono le stelle e dentro ci sono gli animali, le piante, gli uomini.
E questo mondo é la loro madre.
Perciò noi chiamiamo questo mondo
Madre Terra.

Dalla terra all’asfalto. Oggi nelle nostre città non solo la terra, ma anche l’aria, l’acqua e il fuoco rischiano di scomparire.
Per questo motivo con  il nostro laboratorio vogliamo stimolare la curiosità  dei bambini verso i quattro elementi fondamentali del mondo naturale: acqua, aria terra e fuoco, per poterli osservare insieme giocando e andare a cercarli nel mondo che ci circonda. Attraverso la tecnica teatrale, a ogni elemento verrà dedicato un’incontro di approfondimento, con giochi d’improvvisazione, esercizi o storie.

Fasi del lavoro per la scuola dell'infanzia

  • Primo incontro: introduzione al tema del laboratorio attraverso giochi di conoscenza ed esercizi di relazione con lo spazio e con gli altri
  • Secondo incontro: LA TERRA. Viaggio immaginario sotto e sopra la terra per scoprire cosa c’è e chi ci vive. Luoghi della fantasia e dell’esperienza.
  • Terzo incontro: L’ARIA. Giochi vocali e di respirazione. Variazioni in relazione al corpo e alle emozioni.
  • Quarto incontro: L’ACQUA. Muoversi e giocare nell’acqua: una storia legata a quest’element
  • Quinto incontro: Il FUOCO. Il fuoco come calore fisico e come calore umano. Esercizi sensoriali e di fiducia.
  • Sesto incontro: I QUATTRO ELEMENTI MESCOLATI TRA LORO. Giochi ed esercizi di improvvisazione per scoprire cosa accade quando aria, terra, acqua e fuoco si incontrano
  • Ultimo incontro con i genitori: In questo incontro si invitano i genitori ad essere presenti, non in qualità di semplici spettatori, ma come partecipanti attivi del gioco dei bambini. Genitori e bambini ripercorrono insieme, attraverso alcuni degli esercizi fatti, le tappe del laboratorio.

Incontri

Incontro preliminare di programmazione con le insegnanti
6 incontri di laboratorio della durata di 1 ora cad + 1 incontro finale di 2 ore coi genitori

Numero partecipanti

per la scuola dell'infanzia max 15 bambini per gruppo (con l’insegnante)

 

 

 

 

IL VIAGGIO

Scuola dell'infanzia (4 e 5 anni) e Scuola Primaria (prima classe)
L’attività teatrale proposta durante il laboratorio ha l’obiettivo di far conoscere ed esplorare ai bambini il proprio rapporto con l’emotività e la corporeità. In particolare, utilizzando giochi ed esercizi teatrali, si cerca di far sperimentare ai bambini il proprio potenziale espressivo e creativo per la creazione di un viaggio immaginario.
Le tappe del viaggio vengono scelte insieme ai bambini durante il primo incontro. Per questo motivo il percorso é unico e differente per ogni gruppo. Sono loro a suggerire i luoghi da visitare, luoghi appartenenti al loro immaginario o al loro vissuto.
Il viaggio inizia con la costruzione di un amuleto e una formula magica, necessari per accedere ai luoghi della fantasia. Al compimento di ogni tappa dove i bambini, guidati dall’operatore teatrale, vivono situazioni differenti, viene affidato loro il compito di tracciare una mappa del luogo visitato, utilizzando la tecnica che preferiscono (il disegno, la costruzione di un oggetto, ecc.).
Nell’ultimo incontro, si invitano i genitori ad essere presenti, non in qualità di semplici spettatori, ma come partecipanti attivi del gioco dei bambini. Genitori e bambini ripercorrono insieme alcune tappe del viaggio fino alla conclusione con il ritorno a casa.

Fasi del lavoro

Incontro di conoscenza. Introduzione al viaggio immaginario e scelte dei luoghi che si andranno a visitare / esplorazione di ogni tappa del viaggio (attraverso giochi di movimento,vocali e musicali) / conclusione del percorso con la partecipazione dei genitori.

Numero partecipanti

per la scuola dell'infanzia max 15 bambini per gruppo (con l’insegnante)
per la scuola primaria tutto il gruppo classe (con l’insegnante)

Incontri

Incontro preliminare di programmazione con le insegnanti
5 incontri di laboratorio della durata di 1 ora cad + 1 incontro finale di 2 ore coi genitori

 

passaporto.jpg

IL GIOCO DEL TEATRO

MANCA L'ETA'

Questo laboratorio si propone di avvicinare i bambini al linguaggio del teatro, per riservare loro uno spazio che possa offrire la possibilità di conoscere ed esplorare il rapporto con le proprie emozioni e la propria creatività dandogli voce e corpo. Un’esperienza che possa accompagnare i bambini nella crescita, sia sul piano fisico che emotivo.
Guidiamo i bambini in un percorso in cui possono sperimentare le proprie capacità, le emozioni e lo stare in gruppo. Giochi motori, giochi di contatto e di fiducia, di relazione con l'altro, il teatro è un grande gioco dove il bambino partecipa creando un proprio universo, che potrà condividere in parte con i genitori alla fine del percorso.
Il laboratorio si concluderà con un incontro in cui i genitori saranno invitati a partecipare attivamente e non come semplici spettatori, per mettersi anch'essi in gioco, valorizzando in questo modo l'esperienza dei piccoli, cogliendone il senso e condividendo insieme un momento ludico importante.

IL PERCORSO:

  • Giochi motori : riscaldamento fisico, il rapporto tra lo spazio e il movimento
  • Il linguaggio dei gesti. Ascoltarsi e parlare col corp
  • Giochi sul ritmo e la coordinazione con la musica
  • Giochi sull'ascolto e la concentrazione
  • Giochi vocali: il respiro e l'uso della voce legato alle emozioni
  • Giochi sensoriali: la fiducia e la relazione con gli altri, l’incontro e la differenza, guidare e farsi guidare
  • Giochi d'improvvisazione teatrale libera e guidata

 

camilla.jpg

CAMMINANDO PER LUOGHI FANTASTICI  Dentro i luoghi delle Fiabe

4/5 anni e scuola primaria (prima classe)

Dentro i mitici castelli delle fiabe o i boschi popolati da fate, elfi e gnomi. Gli scenari delle Fiabe  come “contenitore” in cui i bambini potranno esplorare il proprio corpo, le proprie emozioni. Un bosco pieno di sorprese e di insidie, un castello fatto di luoghi segreti, creature fantastiche, animali parlanti, elfi, streghe, fate, principi e principesse. Lo scenario perfetto dove ricreare  con libertà storie dentro cui condurre per mano i Genitori per rivivere assieme, nell’ultimo incontro, questo viaggio fantastico.   
 

_MG_9926-Edit.jpg

ALLA SCOPERTA DEI CINQUE SENSI

4/5 anni e scuola primaria (prima classe)


Il laboratorio è un percorso verso la scoperta e lo sviluppo della propria capacità sensoriale attraverso giochi ed esercizi teatrali d’improvvisazione fisica, vocale e con oggetti. Il lavoro è mirato a ricercare e sollecitare il livello di percezione dei bambini attraverso i 5 sensi. Allenarsi a percepire li aiuta ad accrescere la propria capacità di concentrazione e a non dare nulla per scontato. Non solo, ma una conoscenza più profonda degli oggetti nella loro materia, forma e funzione può portare a vedere oltre, ad aprire le porte dell’immaginazione, a far affiorare nuove interpretazioni, nuove visioni, ad evocare ricordi. Per questo l’esperienza sensoriale diventa anche emotiva e teatrale.
Il contenitore del laboratorio è un viaggio immaginario attraverso i Paesi dei sensi alla ricerca e alla scoperta di cinque personaggi che abitano questi luoghi: Re Tattilo, U-dito, Gustavo, il signor Olf, la signorina Vistina. La partecipazione dell’insegnante è fondamentale ed è parte integrante del lavoro. Parallelamente all’attività svolta all’interno del laboratorio, infatti, l’insegnante può rielaborare e approfondire la parte più sensoriale del percorso (al termine di ogni incontro, che sarà dedicato ogni volta ad un senso diverso, e durante la settimana, in cui insegnante e bambini costruiranno il personaggio immaginario legato a quel senso con modalità e tecniche che sceglieranno a loro piacimento).
Il laboratorio si conclude con un ultimo incontro, in cui si invitano i genitori ad essere presenti, non in qualità di semplici spettatori, ma come partecipanti attivi del gioco dei bambini. Genitori e bambini ripercorrono insieme, attraverso alcuni degli esercizi fatti, le tappe del percorso.

 

Fasi del lavoro

Un primo incontro con i bambini sarà dedicato alla conoscenza e all’introduzione del mondo sensoriale in generale, attraverso esercizi d’improvvisazione, ossia giocando con tutte le parti del corpo che vengono coinvolte quando parliamo dei sensi.
Successivamente, durante ogni appuntamento sarà approfondito, dal punto di vista più teatrale, ciascuno dei cinque sensi:

TATTO
l’esperienza del toccare, della relazione con l’altro, con gli oggetti, e le sensazioni che provocano. Fingendo di attraversare superfici differenti il nostro corpo e il movimento si modificano

UDITO
giocare con i suoni, i rumori e il silenzio, attraverso gli oggetti e la voce. Creare una storia o un ambiente sonoro. Muoversi seguendo un ritmo

GUSTO
assaggiare ed esprimere, attraverso il lavoro d’ improvvisazione, gusti e sapori che gradiamo, ma anche che detestiamo e diventare, attraverso il corpo, un cibo che prende “vita”

OLFATTO
gli odori, i profumi e le puzze che ci circondano, la loro qualità e differenza. Proviamo ad annusare con tutto il corpo, non solo col naso, muovendoci nello spazio e in diverse direzioni

VISTA
la storia dei colori, l’esperienza del buio,osservare quello che ci circonda: colori, forme, persone, animali e oggetti

DSC08611.JPG

IL VIAGGIO 

 4/5 anni e scuola primaria (prima classe)

Un Viaggio immaginario, fatto di luoghi da attraversare, scelti e creati insieme ai bambini. Il viaggio inizia con la costruzione di un amuleto e di una formula magica, che ci permetterà di entrare nei luoghi della fantasia, di vivere mondi diversi, di fare esperienze. Nell’ultimo incontro Genitori e bambini potranno ripercorrere insieme le tappe create nel percorso, una nuova carta geografica, fatta di visioni, immaginari, fantasie dei bambini.

almapixelated.jpg